CTSMinistero Del LavoroLegamCoIn



Sei in > Home > Visita i Parchi rilevati > Ambiente prevalente > Parco Lago di Candia

Parco Lago di Candia

La prima cosa che viene voglia di fare quando ci si trova nel Parco di Candia  è sedersi sulla riva del lago e godersi il clima mite, la brezza leggera, magari seguendo con lo sguardo il volo degli uccelli o l'incresparsi sottile dell'acqua. Tuttavia, se proprio non si vuole rinunciare a un po' di moto, le alternative non mancano. Per avere una visione d'insieme del parco e dei territori limitrofi si può salire sulla collina di Santo Stefano, poco sopra l'abitato di Candia, per raggiungere un punto panoramico posto a 400 metri di quota. Il percorso che parte dal lido di Candia permette di circumnavigare tutto il lago, percorrendo in totale, circa sei chilometri.
Un'attività molto diffusa è il noleggio delle barche; se per i pescatori è un'attività tradizionale e abitudinaria, per le famiglie e soprattutto per i bambini può essere un'esperienza divertente e un modo diverso di trascorrere una giornata. Se invece è la pigrizia a farla da padrone e la prospettiva di remare non vi attrae particolarmente, potete optare per un giro sulla nuova imbarcazione a motore acquistata nel 2003 dall'Ente Parco. Il natante può ospitare fino a 18 persone ed è attrezzato anche per accogliere le persone con disabilità.


Musei e beni culturali
I borghi del parco offrono la possibilità di godere di scorci e panorami maestosi: da una parte lo sguardo spazia verso la pianura dominata dalle colline del Monferrato, di Superga, della Maddalena e dal profilo perfetto del Monviso mentre dall'altro lato, verso nord, sono i verdi rilievi del Canavese con la Serra d'Ivrea che si stagliano contro le Alpi del Mombarone e del Gran Paradiso a farla da padroni.
A Candia meritano una visita la chiesa di Santo Stefano al Monte (XI-XII secolo) che sorge probabilmente sulle rovine di antichi luoghi di culto pagani e la Pieve di San Michele di origine tardo romana. In un angolo della piazzetta si può ancora osservare un'antica ghiacciaia rotonda che i pescatori di Candia utilizzavano per conservare il pesce pescato durante la stagione calda: questo sistema, semplice ma ingegnoso, consentiva loro di commercializzare il prodotto durante tutto l'anno.
Il castello medievale di Mazzè con cripta e nucleo originario risalente al periodo celtico, ospita nei sotterranei il Museo della Tortura che raccoglie una collezione di oggetti e strumenti utilizzati dalla Santa Inquisizione e provenienti in gran parte dalla Spagna (tel. 011 9835250).
A Vische sono numerose le testimonianze dell'architettura rurale, decine di cappelle votive e numerosi tabernacoli, ancora oggetto di culto e devozione, sono disseminati sul territorio a ricordare le vicende storiche ed economiche che caratterizzarono lo sviluppo del borgo.

Manifestazioni, feste e sagre
A luglio da non perdere la Sagra del Canestrel Tonengheis specialità dolciaria di Tonengo di Mazzè
Ad agosto il 28 a Pavarolo c'è la Festa Patronale, a Prascorsano la gustosa Sagra del Tomino e della Toma di montagna e il 28 si festeggia il santo patrono a Pinerolo.
Dal 31 agosto al 4 settembre la Rassegna dell'artigianato del pinerolese
Dal 1 al 5 settembre a Chialamberto si svolge la Fiera della Valgrande, fiera del commercio e dell'artigianato locale